Spiaggia della Crocetta: una spiaggia dell'Isola d'Elba da scoprire - I Love Elba!
Top
  >  In evidenza   >  Spiaggia della Crocetta: una spiaggia dell’Isola d’Elba da scoprire

Arrivando da Procchio molti dettagli colpiscono piacevolmente la vista di coloro che sono diretti verso Marciana Marina.

Le persone che si fermano per fotografare il panorama e lo splendido scorcio che si apre arrivando in prossimità del paese sono tantissime e per capirne il motivo basta esserci passati almeno una volta: il porto, la Torre, le barche a vela che si apprestano a rientrare all’ormeggio, il lungomare…tutto questo sembra un quadro appena dipinto.

Se poi si ha la fortuna di arrivare all’ora del tramonto è impossibile non fermarsi a guardare il cielo tinto di rosa.

Ma ciò di cui i meno attenti forse non si accorgono è che prima di arrivare a Marciana Marina c’è una piccola spiaggetta su una curva a dirupo sul mare. Vedendola dall’alto, i riflessi dell’acqua sui grandi sassi bianchi che compongono la spiaggia sono molto suggestivi: tonalità verdi e turchesi vanno a sfumare verso il blu intenso dove il mare è più profondo.

Sembra una piccola piscina naturale anche perché la spiaggia è molto piccola ed è racchiusa tra due pareti rocciose una bianca e una nera.

Essendo un po’ nascosta e composta da sassi molto grandi non è molto frequentata e quindi permette di passare una giornata di relax sulla spiaggia o sulla scogliera. È preferibile andare la mattina o subito dopo pranzo, perché vista l’esposizione la spiaggia è ben assolata solo fino al primo pomeriggio.

Il fondale digrada abbastanza velocemente quindi è l’ideale per farsi una bella nuotata pur rimanendo all’interno del piccolo golfo e facendo sempre bene attenzione alle imbarcazioni che passano più a largo. Come al solito i più audaci hanno un’altra opzione: quella di immergersi nelle acque trasparenti con maschera e boccaglio alla ricerca delle decine di specie di pesci colorati che vivono in questo mare cristallino.

Per arrivarci è necessario parcheggiare lungo la strada. Potete lasciare la macchina in una insenatura sterrata a sinistra della carreggiata (50 metri dopo la vista della spiaggia dall’alto) o più avanti in vari spiazzi a bordo strada sulla destra, poi tornate indietro a piedi facendo molta attenzione in quanto non c’è un marciapiede.

Godetevi tutta la bellezza del panorama dall’alto, poi superata la vista della piccola baia troverete un cartello che indica il percorso che scende sulla parte destra della spiaggia: subito il sentiero attraversa una fitta vegetazione per poi aprirsi verso una lunga scalinata in parte scavata nella roccia.

Al ritorno risalire sarà un po’ faticoso ma ne sarà valsa la pena!

Ah dimenticavo il nome…denominata spiaggia della Crocetta, i marinesi la chiamano spiaggia “dell’Anime” o dei “Cento Scalini”.

Buon bagno! 😉